Search  
Auto Germania
   
Italiani in Germania
   
Legislazione Germania
   
Legislazione Europa
   
Legislazione Italia
   
 Soggiorno e libera circolazione in Germania Riduci

Soggiorno di cittadini comunitari e loro familiari

La nuova legge sulla libera circolazione dei cittadini comunitari (Freizügigkeitsgesetz/EU), inserita all’articolo 2 della nuova legge sull’immigrazione (Zuwanderungsgesetz) entrata in vigore il 1. gennaio 2005, disciplina l’ingresso, la circolazione ed il soggiorno dei cittadini comunitari nel territorio tedesco.
La legge sul soggiorno dei cittadini comunitari (Aufenthaltsgesetz/EG) è abrogata.
Ai sensi della legge sulla libera circolazione UE i cittadini degli stati membri hanno, in ogni momento, il diritto di entrare, circolare e soggiornare liberamente nel territorio di un altro stato membro.


Quali cittadini comunitari hanno il diritto di entrare e soggiornare in Germania?

La legge sulla libera circolazione UE contiene un elenco dei cittadini comunitari che godono della libertà di circolazione e residenza in Germania (§2, comma 2 legge sulla libera circolazione UE):

a) lavoratori dipendenti;
b) lavoratori autonomi;
c) prestatori o destinatari di servizi;
d) altri soggetti non occupati e comunque titolari di un diritto di soggiorno (p.e. cittadini comunitari che hanno lavorato in Germania), e i loro familiari.

Godono altresì della libertà di circolazione i cittadini comunitari alla ricerca di un lavoro, oppure che intendono formarsi professionalmente in Germania.

L’ingresso in Germania avviene senza la necessità di un visto, ed il soggiorno non necessità più di un titolo di soggiorno.
Il permesso di soggiorno/CE (Aufenthaltsgenehmigung/EG), in vigore fino ad ora, è abrogato.
Al fine di poter certificare il proprio diritto di soggiorno il cittadino europeo ottiene, d’ufficio, un certificato sul diritto comunitario di residenza (Bescheinigung über das gemeinschaftliche Aufenthaltsrecht), che ha quindi una funzione meramente dichiarativa (§5 legge sulla libera circolazione UE).
Il (vecchio) permesso di soggiorno/CE (Aufenthaltsgenehmigung/EG) vale come certificato del diritto di soggiorno.

I cittadini comunitari non occupati, i pensionati e gli studenti possono entrare in Germania e soggiornarvi a condizione che dispongano di un’assicurazione sanitaria e di sufficienti mezzi di sostentamento per evitare di essere a carico del regime di assistenza sociale. L’assicurazione sanitaria è sufficiente quando copre determinate cure mediche, dentistiche ed ospedaliere.
Il sostentamento può essere assicurato attraverso redditi, patrimoni, prestazioni alimentari di familiari, oppure attraverso delle rendite. E’ importante che i cittadini dispongano di tali mezzi di sostentamento prima del loro ingresso.


I componenti della famiglia di un cittadino comunitario godono del diritto di libera circolazione e soggiorno?

Il cittadino comunitario che risiede legalmente in Germania può ricongiungersi con i propri familiari cittadini di paesi terzi quando questi siano:

a) coniuge o partner;
b) discendenti (figli, nipoti), che non abbiano raggiunto il 21° anno di età;
c) ascendenti (genitori, nonni) e parenti discendenti del cittadino comunitario, o del coniuge/partner.

I familiari cittadini di paesi terzi godono di un diritto di soggiorno derivato, qualora risiedano assieme al cittadino comunitario, che deve garantire per il loro sostentamento. Per loro è però necessario un titolo di soggiorno. Essi ottengono d’ufficio il permesso di soggiorno UE, e accedono al mercato del lavoro alla pari dei cittadini tedeschi.
Cosa bisogna osservare nel ricongiungimento familiare di cittadini non occupati, pensionati o studenti?

I familiari di cittadini non occupati, pensionati e studenti devono disporre a loro volta di sufficienti mezzi di sostentamento e di una assicurazione sanitaria, e devono soggiornare presso il familiare che gode della libera circolazione.
Il pensionato o il cittadino non occupato, residenti in Germania, possono far entrare i propri parenti per il ricongiungimento familiare solamente per i seguenti parenti:

a) il coniuge o il partner e i figli, ai quali viene assicurato il sostentamento;
b) altri parenti ascendenti o discendenti, ai quali viene assicurato il sostentamento.

Anch’essi godono del diritto di circolare liberamente e ricevono d’ufficio un permesso di soggiorno UE.
Gli studenti possono ricongiungersi solamente con il proprio coniuge o partner, e con i figli.


I cittadini comunitari hanno ancora bisogno, dopo il 1. gennaio 2005, del permesso di soggiorno UE?

No. I cittadini comunitari titolari del diritto alla libera circolazione ricevono d’ufficio un certificato circa il loro diritto di soggiorno (§5, comma 1 legge sulla libera circolazione UE).
Qualora il proprio periodo di residenza in Germania sia inferiore a 5 anni si dovrà, ai fini del rilascio del certificato, essere in possesso dei requisiti previsti per la libera circolazione ed il soggiorno (sufficienti mezzi di sostentamento, assicurazione sanitaria).
I cittadini comunitari sono tenuti, come anche i tedeschi, ad osservare le disposizioni sulla residenza del rispettivo Land, e devono registrarsi presso i registri anagrafici del comune nel quale vivono. A tal fine dovranno rendere una dichiarazione circa il loro diritto di soggiorno (p.e. in quanto lavoratori dipendenti). L’ufficiale comunale trasmetterà questi dati all’ufficio per gli stranieri,il quale d’ufficio rilascerà il certificato di soggiorno.
Alla scadenza del permesso di soggiorno/UE, rilasciato a tempo determinato prima del 1. gennaio 2005, si consiglia di recarsi presso le autorità comunali del proprio comune. Queste rilasceranno, d’ufficio, il certificato di residenza.


Diritto di soggiorno permanente dopo un soggiorno superiore a 5 anni

Dopo 5 anni di soggiorno regolare nel territorio tedesco i cittadini comunitari, i loro coniugi o partner, e i loro figli acquistano uno status di soggiorno permanente, che viene riconosciuto a prescindere dalla sussistenza dei requisiti necessari per la libertà di circolazione e soggiorno, come prevista dalla normativa comunitaria (§2, comma 5 legge sulla libera circolazione UE). La perdita di questo status può avvenire solamente in casi particolarmente gravi.

Quanto costa il rilascio del nuovo certificato di soggiorno?

Il rilascio del nuovo certificato di soggiorno, come anche del permesso di soggiorno/UE è completamente gratuito.


E’ possibile che un cittadino comunitario, che gode della libera circolazione, venga espulso?

I cittadini comunitari titolari del diritto di libera circolazione e soggiorno possono perdere il proprio diritto di soggiorno solamente per ragioni di ordine pubblico, pubblica sicurezza e per motivi sanitari. La nuova disciplina non parla, in questo contesto, di espulsione, bensì di accertamento della perdita del diritto alla libera circolazione. Tale accertamento prevede dei presupposti molto rigidi. Deve sussistere un pericolo attuale e particolarmente grave per l’ordine e la sicurezza pubblica, che tocca un interesse fondamentale della società. Questo pericolo deve fondarsi su di una condotta personale del cittadino comunitario. Solamente l’accertamento definitivo della perdita del diritto di soggiorno comporta l’obbligo di lasciare il territorio tedesco. Qualora il cittadino comunitario non ottemperi tale precetto, egli potrà essere espulso coattivamente.


 

Fonte: Gennaro Sposato: http://www.dsonline.it/aree/italianiallestero/index.asp


 Stampa   
 



 
   
Visitatori
   
Home:Recupero crediti Germania:Assistenza penale:Visure Germania:Esecuzione forzata:Contatti
Copyright (c) 2000-2009 Condizioni d'Uso Dichiarazione per la Privacy